U.S.D. PIAVE

 

 

Home

 

La storia dell'Unione Sportiva PIAVE







































































Storia: realtà presente.

Negli ultimi decenni l’attività sportiva in quel di Borgo Piave ha sempre preferito il settore del calcio, cercando di coinvolgere, seppur timidamente, i giovani della borgata. Perché proprio il calcio ? Senza dubbio perché è sempre stato lo sport che ha richiesto meno spese al giocatore. E’ noto a tutti, inoltre, che per giocare al pallone, è sempre bastato alle sfrenate energie di un gruppo di ragazzi, qualsiasi tipo di terreno: erba, ghiaia, terra battuta. Addirittura non occorreva neanche un vero pallone. Tutta questa accessibilità del gioco del pallone ce l’ hanno dimostrata i nostri padri quando andavano a giocare con una misera palla di stracci, che solo la fantasia poteva chiamare pallone. Giocavano sotto il vecchio ponte di Piave, con un fondo prettamente ghiaioso.

La nascita e le vicende della prima squadra.

     La prima squadra ufficiale si forma nel 1965 quando persone volonterose con l’animo da pioniere intraprendono una …….. spedizione dal parroco di Borgo Piave, che a quel tempo era Don Sergio Manfroi, per chiedergli di dare una chiara impronta al gruppo. I ragazzi anche senza un campo avevano trovato nel calcio l’unico sport come riempimento del tempo libero e come unica alternativa alla vita malinconica del Borgo. Con una prima linea organizzativa i ragazzi possono così formare una propria squadra. La squadra partecipa così per tre anni consecutivi, a partire dal 1965, al Torneo Longarone. In seguito, nel 1968, la squadra con il nome di U.S. Piave (Unione Sportiva) si associa con la squadra del Centro Storico dell’Interclub, assumendo così il nome di Interpiave. Un anno dopo questo abbinamento, la squadra, classificandosi al secondo posto nel campionato di terza categoria, viene promossa in seconda, uscendo così dai limiti provinciali battendosi con squadre trevigiane.

     Purtroppo nel 1971 cessa l’attività della squadra sociale.

    Si ricostituisce nel 1974 una squadra giovanile che porta il nome originario di Unione Sportiva Piave. Lo scopo è quello di educare i giovani, fin dall’età di 12 – 13 anni ad una disciplina sportiva. Lo sforzo educativo viene premiato dalla vittoria per ben tre anni consecutivi del campionato provinciale Giovanissimi.

     Un elogio va innanzitutto ai giocatori e ai dirigenti della società così rifondata, per l’interessamento prestato nel settore giovanile ottenendo di poter giocare sul campo del Castion, sul quale poter svolgere regolarmente i rispettivi campionati giovanili. Nel 1978 viene nuovamente formata la squadra di terza categoria classificandosi in quel campionato all’ultimo posto.

La necessità di un nostro campo.

     In questi ultimi anni, cresce la volontà appassionata e nello stesso tempo cresce l’impazienza dei giocatori, desiderosi di continuare l’attività sportiva nell’ambiente sereno dell’U.S.Piave. Nasce così il desiderio di possedere un proprio campo di cui si sente l’impellente necessità.

    Già gli anni scorsi avevamo sul greto del Piave, nella proprietà Burigo, uno spiazzo dove giocavamo tra noi, con squadre ridotte e improvvisate. Avevamo anche provveduto ad ingrandire questo spiazzo, tagliando alcune piante che lo circondavano. La nostra iniziativa viene naturalmente presa in considerazione dal gruppo dei dirigenti dell’U.S. Piave. Essi prendono in mano la situazione dei lavori e dopo ben quattro anni riescono a completare il campo con i relativi spogliatoi, lavorando durante questo quadriennio di domenica in domenica. Eravamo un gruppetto di una ventina di persone impegnate nell’opera di completamento del campo.

Il nuovo campo.

     Qualcuno si chiederà: "E dov’è questo campo? Ora non è più possibile non rispondere a questa domanda, perché c’è una recente indicazione sulla strada provinciale che di fronte al garage delle ex corriere Da Rold invita a scendere sulla destra. C’è scritto: Campo Sportivo Comunale U.S. Piave.

      Un chilometro in prossimità del greto del Piave c’è il nostro campo sportivo. A dire il vero miravamo almeno alla soddisfazione di poter vedere come primo campionato disputato sul nostro campo (esso è stato inaugurato con la partita dei Giovanissimi che hanno battuto la squadra del Sedico) un numero maggiore di tifosi. Ma forse molti non sapevano ancora dove il campo si trova. E’ disinteresse o sola disinformazione ? Non basta sapere dove si trova il campo.

Prima vittoria: sentirsi sostenuti.

     La realtà parla chiaro: ci sono a Borgo Piave tre squadre di calcio che giocano i loro campionati: hanno bisogno di vincere anzitutto sul piano psicologico, di essere sostenute, seguite, applaudite o fischiate non importa. E’ già una prima vittoria di fondo sapersi conosciute ed amate dagli abitanti del Borgo, fieri delle loro squadre.

Dal 2003 al 2006. La continuazione.

La stagione 2003/2004 la nostra Società ha avuto la nascita di una squadra, denominata "Zater Piave" che ha affrontato il Campionato Nazionale di Serie "D" nel calcio a cinque. La stagione successiva ha subito raggiunto il massimo risultato, essendo stata promossa al Campionato Nazionale di Serie "C2" ed aggiudicandosi la Coppa Veneto e la targa disciplina. Nella stagione 2004/2005, anche il Settore giovanile ha raggiunto un traguardo, ed è quello di aver vinto la targa disciplina nella categoria "Allievi" giunta anche quarta nella classifica finale del campionato provinciale.

Nella stagione 2005/2006 nel calcio a cinque abbiamo ancora la squadra che affronta il Campionato Nazionale di Serie "C2", come neopromossa, sono i "Zater Piave".

Purtroppo a fine stagione varie vicissitudini portano l'Unione Sportiva PIAVE a  intraprendere la strada della fusione con altra società. Ci si avvicina all'U.S. Castion, ma i tempi ristretti non aiutano di certo, cosicché la Società U.S. PIAVE decide di non iscrivere più le proprie squadre ai campionati, lasciando l'incombenza unicamente ai "Zater Piave". Arriviamo così ad effettuare una riunione, dirottando tutto il Settore Giovanile a Castion. I vantaggi sono soprattutto per i ragazzi che potranno così effettuare dei campionati con squadre di pari età, raggiungendo così risultati che una piccola realtà da sola non può sicuramente ottenere. Ma l'8 luglio la prima sorpesa, i "Zater Piave", per problemi di organico non potranno onorare il Campionato di Serie C2 per il calcio a 5, così incombe lo spettro della sparizione del calcio Piave. Per la stagione 2006/2007 il Presidente Nicola BIANCHI con un coraggioso atto decide di rimanere in sella e di rifondare l'Unione Sportiva PIAVE e da solo cerca di trovare un nuovo quadro dirigenziale. La prima riunione del nuovo corso si effettua il martedì 11 luglio 2006. Viene ancora iscritta la squadra al campionato provinciale di terza categoria, inoltre vengono mantenute le squadre delle categoria PULCINI e PICCOLI AMICI. La stagione seguente 2007/08 vede ai nastri di partenza una prima squadra molto agguerrita e costruita per il salto di categoria che avviene ai Play Off. L'U.S. PIAVE è per la seconda volta in 2^ categoria. Il DS è Fabio Barp sostenuto da Angelo Sovilla e Paolo Dal Mas. Il Settore Giovanile amplia la partecipazione ai campionati provinciali con la squadra Esordienti, oltre alle già citate Pulcini e Piccoli Amici. STAGIONE 2008/2009 la continuazione c'è e il quadro dirigenziale si rinfoltisce nuovamente. Vengono iscritte le seguenti squadre:

- Campionato Regionale di 2^ CATEGORIA; - Campionato Provinciale categoria ESORDIENTI (nati nel 1996 e 1997); - Torneo categoria PULCINI (nati nel 1998 e 1999); - Torneo categoria PULCINI 2000 (1° anno) (nati nel 2000); - Raggruppamento categoria PICCOLI AMICI (nati nel 2001, 2002 e 2003).

Il lavoro svolto dagli allenatori e dirigenti porta quell'anno all'incremento dei ragazzi del Settore Giovanile che aumenta di addirittura 20 ragazzi portando l'organico di tutto il settore a 50 ragazzini.

Nella Stagione Sportiva 2009/2010 viene chiusa la Prima Squadra, che viene ritirata dall'iscrizione alla 2^ categoria per problemi di bilancio, e viene fondato l'U.S. PIAVE di puro Settore Giovanile.

Ci si iscrive con le categorie GIOVANISSIMI (1996/1997) - ESORDIENTI (1998-1999) - PULCINI (2000-2001) e PICCOLI AMICI (2002-2003); i ragazzi sono in numero di 70.

Stagione Sportiva 2010/2011 inizia una collaborazione con l'A.C. Belluno 1905 per quanto riguarda la formazione dei Giovanissimi (1996/1997), Rimangono le formazioni degli Esordienti, dei Pulcini e deiPiccoli Amici, con 50 ragazzi.

Stagione Sportiva 2011/2012 si continua come Società di Puro Settore Giovanile con le formazioni dei Giovanissimi (1997/1998), degli Esordienti (1999/2000), dei Pulcini e dei Piccoli Amici(2001/2006), annoveriamo oltre 50 ragazzi.

Stagione Sportiva 2012/2013 rinasce la prima squadra e si iscrive al Campionato Provinciale di 3^ categoria. I ragazzi continuano con le categorie dei GIOVANISSIMI, ESORDIENTI e PULCINI, si annoverano oltre 50 ragazzini.

Stagione Sportiva 2013/2014 e 2014/2015 si iscrivono le squadre di terza categoria, allievi e giovanissimi.

Stagione 2015/2016 iscriviamo una formazione in più, la categoria Juniores. Nella stagione successiva iscriviamo nuovamente una squadra di PULCINI e PRIMI CALCI, ma dobbiamo abbandonare la squadra Giovanissimi, si annoverano 90 ragazzi.

Nella Stagione sportiva 2017/2018 manteniamo la categoria Pulcini e Primi Calci con 22 ragazzini, gli allievi, la Juniores e la prima squadra per un totale di 84 giocatori e questa Stagione che andiamo ad affrontare aumentiamo il settore Giovanile portando i ragazzi a 33 e facendo oltre la categoria Pulcini e Primi Calci , anche la categoria ESORDIENTI. Continuiamo con la categoria Juniores e prima Squadra.